default_mobilelogo
default_mobilesplash
Warning: Undefined property: Joomla\CMS\Categories\CategoryNode::$catid in /customers/7/0/1/alexrowbotham.com/httpd.www/fantadia/plugins/content/facebooklikeandshare/facebooklikeandshare.php on line 171 Warning: Undefined property: Joomla\CMS\Categories\CategoryNode::$link in /customers/7/0/1/alexrowbotham.com/httpd.www/fantadia/plugins/content/facebooklikeandshare/facebooklikeandshare.php on line 255
Fantadia: L'orizzonte non è poi cosi’ lontano

Musicisti: Eddy De Fanti, Luisa Bassetto, Roberto Cecchetti
Danza Aerea: Elisa Waldner – Edoardo Danieli  - Sinakt  Circo-Teatro-Danza
Danza: Elena Friso
Autori Multivisione: Brandon Li - Janis Brod - Giorgio Pavan – Roberto Tibaldi - Franco Toso – Claudio Tuti- Abraham Joffe - Joshua Holko - Dom West
Sound Design: Gigi Campalto
Regia: Francesco Lopergolo

Viaggiare con la musica? Viaggiare con le immagini? E se  provassimo a immaginare di vivere una sensazione nuova, unendo queste due fortissime emozioni? Solitamente la multivisione lo fa… ma Fantadia è anche sperimentazione e allora usciamo un po’ dagli schemi.
Proviamo a immaginare dei musicisti che dal vivo, con strumenti particolari ci permetteranno di immaginare il luogo che vedremo subito dopo in multivisione, senza parole solo con atmosfere sonore. Sitar, tablas, percussioni ci suggeriranno l’India, l’Africa, l’Estremo Oriente e altro, la nostra immaginazione stimolata dai suoni e la visione concreta a seguire… e non mancheranno le sorprese. Il tutto in uno spettacolo che gusteremo senza interruzioni, ma immersi totalmente nel sogno di paesi lontani.

Nomads of Mongolia - Brandon Li

La vita nella Mongolia occidentale è un'avventura. Le aquile addestrate per la caccia, l’allevamento dei yak e i cammelli da corsa sono solo alcune delle attività quotidiane dei popoli nomadi kazaki. Ho trascorso alcune settimane vivendo con loro e per sperimentare una delle culture più uniche del mondo.

Sale Nero - Franco Toso, Merlino Multivisioni (ITA)

La regione orientale dell’Etiopia, l’Afar, è un’area dall’aspetto surreale, quasi lunare ed è tra i posti più caldi della Terra con una media annuale di 34,4 °C. Si trova a pochi chilometri dal confine con l'Eritrea, in un’area di vulcani, geyser e sorgenti calde caratterizzate dai colori giallo-arancio e giganteschi depositi di sale. In questo ambiante inospitale vive il popolo degli Afar, pastori nomadi che proprio dall’estrazione del sale traggono una preziosa risorsa per la propria sussistenza.

La Vie est Emotions - Roberto Tibaldi (ITA)

Al festival del Sahara di Douz, sud della Tunisia, un mix di colori, suoni e sensazioni di antiche culture si mescolano con le nuove tecnologie: i cavalieri berberi ormai armati di smartphone, le scorribande dei fuoristrada e delle moto fanno a gara con i cavalli e i dromedari...
La vie est emotions!

Acque Fredde, calde - Giorgio Pavan e Rosamaria Salvi (ITA)

Nell’estremo oriente siberiano esiste una penisola dove convivono fuoco e ghiaccio: la Kamchatka. È un ambiente vasto, selvaggio, incontaminato e scarsamente popolato dall’uomo. Gli alti vulcani innevati ancora attivi, la rigogliosa vegetazione della taiga, l’umida e brulla tundra con corsi d’acqua ricchi di salmoni sono l’affascinante regno degli orsi bruni e delle renne. Ascoltare il respiro caldo della terra, sentire il gelido alito del vento, ammirare i colori di questa natura primordiale. Tutto questo fa nascere, in chi esplora questi luoghi, sensazioni di attonito stupore.

Pictures of South East Asia - Janis Brod

Abbiamo trascorso quasi tre mesi in viaggio attraverso la penisola indocinese, scoprendo Laos, Cambogia, Thailandia e Vietnam. Questo è un piccolo sguardo di quello che abbiamo visto.

La città dell’ultimo viaggio - Claudio Tuti (ITA)

Ogni giorno che rinasce è celebrato da un rito di ringraziamento a Varanasi, i cui vapori si disperdono all'alba. Ogni vita che si spegne è accompagnata da un rito che purifica e trasforma il corpo, i cui resti sono affidati alla corrente.

Ghosts of the Arctic - Abraham Joffe - Joshua Holko - Dom West

I fantasmi dell'Artico …il nostro sogno. L’obiettivo era quello di avventurarsi nella bellissima distesa ghiacciata di Svalbard, in inverno, per cercare e documentare orsi polari.
Durante il viaggio abbiamo sperimentato temperature che non sono mai state più calde di -20 ° C e spesso si sono abbassate fino a -30 ° C + grazie all’azione del vento. Con le nostre moto da neve abbiamo percorso circa duecento chilometri in condizioni difficili. Abbiamo avuto moltissime difficoltà per l’uso delle attrezzature e il cibo …solo merluzzo essiccato e pasta lavata con caffè caldo… Ma nonostante le condizioni, è stato uno dei viaggi più belli che abbiamo fatto.

Crediti:
Direttore: Abraham Joffe
Cinematografia: Abraham Joffe e Dom West
Modifica: Dom West
Colore: Dom West e Fred El Harris
Fotografo: Joshua Holko
Guida: Freddo Lamo
untitledfilmworks.com.au
Instagram:
Abraham Joffe @abrahamjoffe
Dom West @ dom_west_